Si sente dire spesso che un consumo regolare di cibi a base di soia può avere molti effetti positivi sulla salute e sul benessere. Alcuni di questi benefici sono stati attribuiti a una caratteristica peculiare della soia: la sua alta concentrazione di isoflavonoidi, un tipo di estrogeno prodotto dalle piante. Scopriamo quindi tutte le proprietà benefiche della soia certificate dalle più prestigiose ricerche scientifiche.


Proprietà e benefici della soia

Fino a pochi anni fa la soia e i suoi derivati erano praticamente assenti dalle nostre tavole. Al massimo si trovavano gli estratti granulari di lecitina di soia, che però avevano un sapore poco gradevole e non si integravano bene con i piatti della nostra tradizione.

Negli ultimi anni invece c’è stato un vero e proprio boom di prodotti a base di soia. Ormai in ogni supermercato si possono trovare cotolette, latte, formaggi, yogurt, sughi, dolci e molte altre preparazioni a base di soia.

A fronte di questa disponibilità è aumentato di molto anche il consumo di questi prodotti. Vediamo quindi nel dettaglio i risultati di alcune delle ricerche che sono state condotte negli ultimi anni sulle proprietà della soia e sui suoi possibili benefici per la salute. Le conclusioni sono valide per tutti ma questo articolo è focalizzato in particolare sulle patologie femminili.

Malattie cardiache

Nel 1999 il noto ente americano Food and Drug Administration (FDA) ha approvato una dichiarazione secondo la quale le diete povere di grassi saturi e colesterolo che includono anche la soia “possono ridurre il rischio di malattie cardiache” [1]. La dichiarazione era basata su precedenti ricerche che mostravano come le proteine della soia abbassano il livello del pericoloso colesterolo LDL.

Numerosi altri studi, fino a quel momento, erano giunti alla stessa conclusione [2].

Per esempio uno studio del 1995 ha accertato che mangiare circa 50 grammi di proteine di soia al giorno al posto dello stesso quantitativo di proteine animali riduce il colesterolo LDL del 12,9%. [3]

Inoltre tale assunzione, se protratta nel tempo, porta a una riduzione del 20% del rischio di attacco cardiaco, infarto o altre malattie cardiovascolari.

soia-proprieta-alimentiBisogna però considerare che 50 grammi di proteine di soia è più della metà del fabbisogno giornaliero raccomandato di proteine per una persona adulta. È l’equivalente di 250 grammi di Tofu o di 8 bicchieri di latte di soia al giorno. Occorre quindi mangiarne o berne una quantità abbastanza abbondante perché sia realmente efficace.

Secondo i ricercatori i cibi a base di soia sono ottimi per il cuore e le arterie perché si sostituiscono a cibi meno salutari, come la carne rossa. Inoltre apportano molte sostanze importanti per il buon funzionamento del nostro organismo come grassi polinsaturi, fibre, vitamine e minerali.

Vampate di calore e sintomi della menopausa

Si è scoperto che la soia è utile nella prevenzione delle vampate e di altri sintomi che generalmente accompagnano la menopausa. Queste proprietà sono dovute al fatto che la soia è ricca di isoflavonoidi, una tipologia di estrogeni vegetali.

I fitoestrogeni possono combattere le vampate perchè forniscono un supplemento di estrogeni nei periodi in cui essi si riducono a causa dei cambiamenti ormonali.

Cancro al seno

In alcuni tessuti i fitoestrogeni si sostituiscono all’azione degli estrogeni e ne bloccano l’azione. E’ il caso delle cellule del seno, che vengono in genere accresciute dall’azione degli estrogeni. Ciò significa che, in caso siano presenti anche cellule tumorali, gli estrogeni contribuiscono a diffondere la malattia. Al contrario invece i fitoestrogeni non hanno questo “effetto collaterale”.

Le ricerche sono ancora in corso ma sembra tuttavia importante il periodo in cui si assume la soia. Per esempio il Shanghai Women’s Health Study ha scoperto che le donne che avevano mangiato più soia durante l’adolescenza e la prima maturità avevano il 60% di possibilità in meno di sviluppare il cancro al seno prima della menopausa rispetto alle donne che ne avevano mangiato di meno in quel periodo. [6]

Ancora, uno studio congiunto tra Cina e Stati Uniti sulle donne sopravvissute al cancro al seno ha dimostrato che il consumo di soia era associato ad un minore rischio di ritorno della malattia.

Come sfruttare i benefici della soia

In questo articolo abbiamo visto i primi risultati che stanno emergendo dagli studi sul consumo regolare di soia. Un aspetto che è emerso tuttavia è quello delle quantità raccomandate. Perchè gli effetti si facciano sentire c’è bisogno di consumare un elevato quantitativo di prodotti a base di soia. Ciò potrebbe non essere sempre facile, e comunque i prodotti che si trovano in supermercato sono spesso prefritti (cotolette, polpettine), ricchi di conservanti (sughi, formaggi)  o molto zuccherati (yogurt, budini). Il pericolo nel consumo di questi cibi pronti è che i rischi per la salute siano maggiori dei benefici.

soia-fagioli-ricetteLa cosa migliore è quindi partire dalla materia prima, ovvero dai fagioli di soia biologici come questi, e cuocerli in casa per prepararsi da soli le ricette più gustose e salutari. In internet potete trovare molte ricette semplici e veloci da fare con i fagioli di soia.

Infine un pensiero anche per le donne che si trovano ad affrontare i disagi legati alla menopausa. Come abbiamo visto i flavonoidi presenti nella soia possono dare un contributo importante nell’alleviare questi disturbi, ma è necessario assumerne con regolarità una dose abbastanza alta.

soia-estratto-flavonoidiSiccome non è sempre possibile trovare il tempo o la voglia di mettersi a cucinare piatti a base di soia, in questo caso è consigliabile l’assunzione di un concentrato come questo estratto naturale di flavonoidi della Vital.

Con il 40% di falvonoidi della soia e altri estratti naturali ricchi di fitoestrogeni come il trifoglio rosso e la rodhiola questo integratore naturale al 100% è efficace nell’aiutare le donne a superare le vampate di calore, il malumore e gli altri sintomi della menopausa.

Conclusioni

La soia è un alimento consumato fin dall’antichità dalle popolazioni dell’estremo oriente ma in questi anni si sta diffondendo sempre di più anche sulle nostre tavole. Le ricerche sulle proprietà della soia sono ancora in corso, tuttavia ci sono già delle prime evidenze. Finora sono stati riscontrati benefici sul sistema cardio-circolatorio, sui sintomi della menopausa e sullo sviluppo del cancro al seno. Tutto ciò comunque a fronte di un consumo medio-alto di soia o dei suoi derivati. Per cui via libera a questo alimento che può aiutarci a stare in forma e in salute… LO DICE LA SCIENZA!


Fonti:

[1] Code of Federal Regulations. Health claims: Soy protein and risk of coronary heart disease. 21CFR101.82. 2001.

[2] Sacks, F.M., et al., Soy protein, isoflavones, and cardiovascular health: an American Heart Association Science Advisory for professionals from the Nutrition Committee. Circulation, 2006. 113(7): p. 1034-44.

[3] Anderson, J.W., B.M. Johnstone, and M.E. Cook-Newell, Meta-analysis of the effects of soy protein intake on serum lipids. N Engl J Med, 1995. 333(5): p. 276-82.

[4] Krebs, E.E., et al., Phytoestrogens for treatment of menopausal symptoms: a systematic review, Obstet Gynecol, 2004. 104(4): p. 824-36.

[5] Kronenberg, F. and A. Fugh-Berman, Complementary and alternative medicine for menopausal symptoms: a review of randomized, controlled trials, Ann Intern Med, 2002. 137(10): p. 805-13.

[6] Lee, S.A., et al., Adolescent and adult soy food intake and breast cancer risk: results from the Shanghai Women’s Health Study, Am J Clin Nutr, 2009. 89(6): p. 1920-6.