Passaparola!

Sempre più cibi confezionati, pasti rapidi e irregolari, corse tutto il giorno, stress… Tutti questi fattori possono inficiare il buon funzionamento dell’organismo, in particolare del tratto digestivo, con pesanti ricadute sulla salute e sul benessere. Oltre a intervenire proprio su questi fattori cercando di mangiare meglio e vivere con più calma, un ulteriore aiuto può venire dagli alimenti con alto contenuto di probiotici. Scopriamo dunzue cosa sono questi probiotici e come ci possono aiutare a tenere sotto controllo lo stress e il gonfiore addominale.


Cosa sono i probiotici?

Secondo la definizione ufficiale di FAO e OMS, i probiotici sono:

“Organismi vivi che, somministrati in quantità adeguata, apportano un beneficio alla salute dell’ospite, cioè di chi se ne nutre.”

I principali probiotici che si possono trovare attualmente in commercio appartengono a queste famiglie:

  • Lattobacillus casei
  • Lattobacillus acidophilus
  • Lactobacillus  bulgaricus
  • Streptococcus thermoplhilius
  • Bifiobacterium lactis

Quello che mangiamo e il modo in cui mangiamo sono due fattori che influenzano la composizione e la densità della popolazione batterica nel nostro intestino. Se a causa di cattiva alimentazione o dello stress modifichiamo questo equilibrio, possono insorgere una serie di malattie. Secondo il professor Francisco Guarner dell’Ospedale Universitario di Vall d’Hebron di Barcellona, esperto in microbiologia intestinale:

“In questo caso si possono generare bruciori e infiammazioni intestinali, celiachia, allergie, diabete di tipo 2. Alcune ricerche hanno anche evidenziato una correlazione tra alterazioni della flora intestinale e disturbi comportamentali come autismo e depressione.”

Quali vantaggi possono dare i probiotici?

cibi-probioticiIl professor Guarner, intervenuto anche al Gut Microbiota for Health World Summit svoltosi a Miami (USA), sostiene che il meccanismo che rende  benefici i probiotici ormai è chiaro:

“Attraverso diverse molecole i probiotici possono interagire con agenti patogeni esterni e neutralizzarli, migliorando la funzionalità della barriera intestinale.”

Essi possono inoltre rafforzare il sistema immunitario e agire come anti-infiammatorio naturale del tratto intestinale. Grazie al mantenimento della composizione biologica della flora batterica, infatti,  prevengono il senso di gonfiore della pancia che ha ripercussioni sia fisiologiche che estetiche.

I benefici dei probiotici sono evidenti fin dai primi stadi di vita. Il professor Brent Polk dell’Università della California (USA)  ha infatti riscontrato effetti benefici nell’uso di probiotici per il trattamento di gastroenteriti, coliti, eczema e diarrea nei bambini.

Come assumere i probiotici

Essendo fondamentalmente batteri vivi, i probiotici si trovano naturalmente in alcuni cibi che hanno subito processi di fermentazione. Li troviamo quindi in yogurt, formaggi fermentati (ad esempio il gorgonzola e la ricotta forte pugliese) ma anche in cibi “insospettabili” come cetriolini sott’aceto e olive in salamoia.

Per gli amanti dei cibi etnici o più speziati possiamo invece nominare anche kefir, miso e tempeh, oltre che i famosi crauti tedeschi che non sono altro che foglie di cavolo cappuccio fermentate.

integratore-probioticiSe tuttavia non avete modo di prepararvi o procurarvi questi cibi o cercate un modo più rapido per assumere i probiotici potete sempre ricorrere a degli integratori. In commercio se ne trovano moltissimi tipi, tra i tanti noi vi segnaliamo questi potenti probiotici della Intelligent Labs. Questa ditta anglo-americana è nota sul mercato per proporre le formulazioni più cariche di principi attivi, coadiuvate da approfondite sperimentazioni e ricerche nei loro laboratori. In questi probiotici per esempio hanno inserito un agente fibroso brevettato dalla stessa casa che permette un rilascio più prolungato e un assorbimento più efficace rispetto ad altri prodotti. Questi integratori sono inoltre certificati per l’assenza di latticini, glutine, uova, lievito, zucchero, sale, derivati da animali, aromi artificiali e conservanti.

Conclusioni

E’ stato dimostrato che un’adeguata assunzione di probiotici aiuta a mantenere una buona funzionalità dell’intestino, a non gonfiare la pancia, a digerire meglio. Altri studi indicano poi un effetto positivo sulla prevenzione e la cura di malattie del tratto digerente come gastroenteriti e colite ma anche su malattie diverse come diabete e depressione.

In commercio si trovano ormai molti prodotti freschi ricchi di probiotici e il consiglio è quello di guardare l’etichetta e acquistare i prodotti che ne contengono di più, oppure di assumerli attraverso specifici integratori acquistabili in farmacia e seguendo le indicazioni del proprio medico o farmacista.

In ogni caso non c’è più alcun dubbio che questi piccoli “organismi vivi” possano essere degli alleati davvero formidabili per il nostro benessere e per evitare dolorosi e antiestetici rigonfiamenti intestinali… LO DICE LA SCIENZA!

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Vuoi dimagrire? Ecco 5 errori da non fare Il Dr. Michelfelder, medico e professore del Dipartimento di Salute Familiare della Loyola University (USA), ogni gennaio fa compilare dei questionari...
Zinco. Il metallo della salute I ricercatori e i nutrizionisti sono concordi nell'affermare che lo zinco è uno dei più importanti elementi essenziali per la nutrizione umana. Un n...
Macronutrienti e tabelle nutrizionali non dicono t... Finora si è ritenuto che le proprietà nutrizionali dei cibi dipendessero solo dal loro contenuto individuale di macronutrienti come proteine, grassi e...
Gli effetti benefici (e certificati) della menta Quando si parla degli effetti benefici del cibo, la frutta e la verdura sono spesso in cima alla lista per le loro proprietà antiossidanti, le vitam...

Passaparola!

Non perderti neppure una novità su dieta, salute, benessere e fitness. Iscriviti alla Newsletter!