Passaparola!

Quante volte abbiamo sentito la frase “mangiare frutta e verdura ti aiuta a stare in salute e a vivere a lungo”?. La si sente in tv, la si legge sui giornali, la si trova su ogni sito internet che parli di salute e alimentazione. E siccome io non voglio essere da meno, la ripeto a gran voce: mangiare frutta e verdura fa bene e ti fa campare cent’anni! Quello che voglio fare in questo articolo, però, è cercare di spiegarti  il perchè. O almeno uno dei motivi per cui questa frase è certamente vera.


Cosa sono i polifenoli e come possono incidere sulla qualità della vita?

Una ricerca italo-spagnola coordinata dai dottori Cristina Andrés Lacueva (dipartimento di Nutrizione dell’Università di Barcellona) e Antonio Cherubini (dipartimento di Scienze Mediche, Università di Ferrara) e pubblicata sulla rivista scientifica  Journal of Nutrition riporta i risultati di un ampio studio durato ben 12 anni che ha correlato il tipo di dieta all’indice di mortalità.

Lo studio ha coinvolto 807 soggetti sopra i 65 anni dei quali è stata analizzata la dieta e in particolare il contenuto di polifenoli, rilevato regolarmente attraverso l’esame delle urine dei pazienti. Tale indicatore è stato poi messo in relazione con lo stato di salute e la longevità dei soggetti, dimostrando una volta per tutte che un aumento nell’assunzione di queste sostanze fa vivere meglio e più a lungo. Inoltre molte ricerche precedenti evidenziano anche l’effetto antiossidante, antinfiammatorio e anti-cancerogeno dei polifenoli.

Dal punto di vista chimico i polifenoli sono un vasto gruppo di sostanze organiche contenenti uno o più gruppi ossidrile legati a più anelli aromatici. Tecnicismi a parte, però, la ricerca ha dimostrato che i pazienti con una dieta ricca di polifenoli (> 650 mg/giorno) godevano in generale di una migliore salute e presentavano un indice di mortalità inferiore addirittura del 30% rispetto ai soggetti con un basso apporto di tali sostanze (< 500 mg/giorno).

Quali sono i cibi più ricchi di polifenoli?

Questa è sicuramente una buona notizia per chi vuole davvero vivere bene e a lungo, ma cerchiamo di capire concretamente in quali alimenti sono presenti in maggior quantità.

polifenoli-cibiLe principali fonti di polifenoli sono appunto frutta e verdura come frutti di bosco, agrumi, ciliegie,aglio, cipolla, radicchio, cavoli, broccoli e pomodoro.aglio, cipolla, radicchio, cavoli, broccoli e pomodoro tè, caffè, olio d’oliva, vino rosso, cioccolato fondente, legumi e cerali. Ecco qualche esempio di molecole polifenoliche e in che cibi si trovano maggiormente.

ISOFLAVONI: questi polifenoli regolano il metabolismo degli estrogeni nell’organismo. Aiutano a prevenire alcune forme di cancro, come quello al seno e alla prostata e si trovano principalmente nella soia e in altri vegetali come il trifoglio rosso.

QUERCETINA: polifenolo predominante nelle cipolle, ha una forte azione antitrombotica e anche una possibile attività antitumorale.

CATECHINE: sono polifenoli del tè con potente azione antiossidante. Ho dedicato un articolo apposito al tè e alle sue sorprendenti proprietà benefiche e dimagranti, ti consiglio di darci un’occhiata.

RESVERATROLO: importante polifenolo presente nel vino rosso, nella buccia dell’uva ed in altri vegetali, comprese le arachidi. Protegge l’organismo dalle malattie cardiovascolari e anche questo ha proprietà antitumorali.

polifenoli-estratto-mirtilliCome abbiamo visto i polifenoli si trovano sopratutto in frutta e verdura. Uno dei cibi più ricchi di questi composti sono i frutti rossi, ma assumerne una buona quantità non è sempre facile. A meno di non abitare in vicinanza di un bosco, infatti, trovare mirtilli, lamponi e altre bacche può essere difficile e costoso. Per fortuna esistono dei concentrati di estratto di mirtilli come queste tavolette masticabili, che da sole forniscono una quantità di polifenoli e altre vitamine che richiederebbero molte vaschette di frutti rossi per assumerne altrettanti. Pratiche da succhiare come una comune caramella, le potete portare in ufficio, mentre fate sport, in macchina o dovunque vogliate, e vi daranno una ricarica di salute, energia e benessere.

Ecco quindi che in questo articolo abbiamo spiegato uno dei motivi principali per cui è così consigliata la dieta mediterranea e anche l’origine di questa famosa frase sulla salubrità di frutta e verdura. Come hai visto non è una leggenda metropolitana, ma un consiglio preziosissimo per restare in salute e campare cent’anni… LO DICE LA SCIENZA!


Fonte:

Cherubini A. et al.,Concentrations of a Urinary Biomarker of Polyphenol Intake Are Associated with Decreased Mortality in Older Adults, Journal of Nutrition, 2013; 143 (9): 1445

Altri articoli che potrebbero interessarti:

Sono più convincenti i messaggi positivi o quelli ... Per convincere le persone ad evitare determinati comportamenti nocivi o pericolosi le istituzioni spesso non utilizzano messaggi positivi ma si affida...
La pesca. Un frutto dalle molte proprietà benefich... Tra i molti frutti primaverili le pesche sono certamente tra le più amate per la loro dolcezza e freschezza. Ma le pesche non sono solo buone, sono an...
Le prugne secche rendono più efficace la dieta Una nuova ricerca inglese ha scoperto che mangiare prugne durante un periodo di dieta può ottimizzare la perdita di peso. Lo studio, condotto dall'I...
Frutta e verdura? Ottime, ma non per dimagrire Di solito nelle diete per dimagrire si raccomanda l'aumento del consumo di frutta e verdura, ma questa raccomandazione potrebbe presto essere abband...

Passaparola!

Non perderti neppure una novità su dieta, salute, benessere e fitness. Iscriviti alla Newsletter!