Passaparola!

E’ inutile nasconderlo, nella nostra frenetica vita ci troviamo a dover fare i conti ogni giorno con mille attività e impegni tra lavoro, casa, famiglia, amici, hobby… Spesso tutte queste attività si protraggono anche alla sera, oppure se abbiamo finito i nostri doveri quotidiani approfittiamo proprio delle ore serali per concederci finalmente un po’ di tempo per noi. La passeggiata dopo cena, un film alla TV e poi magari un’ultima occhiata al nostro social preferito. Ed ecco che arriva mezzanotte, o anche oltre. La serata è volata quasi senza accorgersene, e ci troviamo già a pensare che l’indomani la sveglia suonerà presto. Troppo presto. Se la nostra vita è così, e se di conseguenza è nostra abitudine dormire poche ore per notte o comunque meno delle 7-8 ore di sonno consigliate, è meglio che rivediamo le nostre abitudini. La scienza ha infatti dimostrato con molte ricerche che dormire poco fa male e questa Infografica proposta dal Huffington Post ci spiega il perché.


 Dormire poco fa male

Dormire poco? Fa male (e più di quanto pensiamo).

E’ assolutamente incredibile vedere da questa infografica quanti effetti negativi può avere sul nostro organismo e sulle nostre facoltà celebrali la scarsità di riposo anche per poche notti. Se poi questa privazione di sonno diventa cronica, gli effetti si fanno addirittura devastanti: maggior rischio di infarto, obesità, diabete, tumori e sterilità.

Se però le vostre poche ore di sonno non sono dovute alle cattive abitudini serali ma piuttosto ad una difficoltà cronica nell’addormentarsi e nel dormire bene, vi consiglio la lettura del libro “Sonno facile. 21 strategie per sconfiggere l’insonnia, avere la mente lucida, vivere più a lungo” di Shawn Stevenson. Stevenson ha scoperto con l’esperienza che dormire bene e senza interruzioni è la chiave per ringiovanire il corpo, disintossicare la mente, perdere il peso in eccesso e prevenire le malattie, e lo ha scoperto quando una patologia degenerativa delle ossa ha spezzato il suo sogno di diventare un atleta professionista. Concentrandosi su un’alimentazione corretta e su notti di sonno ristoratore, Stevenson non ha solo guarito il suo corpo e ottenuto un’ottima forma fisica, ma ha trovato anche la lucidità necessaria per raggiungere i suoi obiettivi personali e lavorativi.  In questo volume propone 21 semplici strategie, immediatamente applicabili e tutte testate clinicamente, per rigenerare attraverso il sonno il fisico e la psiche.

Conclusioni

Alla luce di questi dati derivanti da ricerche scientifiche serie e accreditate, se siete degli amanti della vita notturna è il caso che cominciate a rivedere un po’ le vostre abitudini. E se mentre leggete questo articolo è sera tardi vi consiglio di chiudere anche il mio sito e andate a riposarvi, per questa volta non me la prenderò 🙂 . Perché dormire poco fa davvero male, o perlomeno non ci permette di vivere la nostra vita a pieno e al meglio delle nostre possibilità fisiche e mentali… LO DICE LA SCIENZA!


Passaparola!

Non perderti neppure una novità su dieta, salute, benessere e fitness. Iscriviti alla Newsletter!